Con una nuova release di livello Enterprise, Alfresco offre una piattaforma fondamentale per il Social Content Management

La release Alfresco Enterprise 3.4 coniuga nuove robuste funzionalità di piattaforma insieme ad un'interfaccia utente migliorata, orientata a una gestione documenti ancora più incentrata sull’elaborazione collettiva dei contenuti aziendali.

Milano, 31 gennaio 2011 - Alfresco ha annunciato la disponibilità immediata per il download di Alfresco Enterprise 3.4. Questa importante nuova release è basata sulla visione di Alfresco di offrire una piattaforma aperta per il Social Content Management, che integra una piattaforma per la gestione di contenuti più affidabile per realizzare qualunque tipo di applicazioni ricche di contenuti, unitamente a un'interfaccia utente più "social" per la collaborazione e la gestione collettiva di documenti. La piattaforma sarà utilizzata da sviluppatori e aziende per realizzare applicazioni in cui i contenuti aziendali sono "social-ready", ovvero condivisi, utilizzati in gruppo, discussi su Web, e acquisiti ai fini della conformità, della conservazione e del controllo.

Ulteriori informazioni su Twitter: @Alfresco Enterprise 3.4 enables enhancements to social content mgmt with new robust enterprise capabilities and new social features in Share http://bit.ly/e1Jclu

Alfresco Enterprise 3.4 è stata creata appositamente per la gestione di contenuti in un mondo dove la collaborazione è centrale. Le aziende stanno implementando sempre più diffusamente sistemi di social business come Jive, Chatter di Salesforce.com, Lotus Quickr, Drupal e Liferay, tra gli altri, con l'aspettativa di aumentare l'efficienza dei dipendenti. Se non sono controllati, questi sistemi di social business rischiano di creare volumi di contenuti non gestiti. Grazie all'uso di standard aperti, come CMIS & JSR-168, Alfresco Enterprise 3.4 è una piattaforma di gestione contenuti in grado di coesistere con i sistemi di social business per facilitare la gestione e la conservazione dei contenuti creati da tali sistemi.

Secondo Gartner, Inc., società di ricerche e consulenze, "La crescita esponenziale di contenuti di tipo social creati in sistemi di engagement richiedono nuove discipline per la gestione del ciclo di vita utile, dell'archiviazione e delle più recenti disposizioni". "Come l'e-mail, che in origine era destinata all'uso una tantum per la comunicazione asincrona e quindi eliminata, le applicazioni di social software hanno il potenziale di creare masse di contenuti non gestiti che potrebbero diventare significativi in futuro nel caso di cause legali o indagini normative. Comprendere la natura di tali sistemi (sia che si tratti di un prodotti di lavoro intermedio, di una bozza o di un ambiente in cui scambiare idee) e il relativo ruolo finale (diventare un documento, eventualmente un record soggetto a direttive governative o di conservazione formali) è fondamentale per utilizzarli con successo".*

"Il Social Content Management è l'ambito in cui le funzionalità dei sistemi di social business entrano in contatto con l'enterprise content management (ECM) tradizionale", ha dichiarato John Newton, CTO di Alfresco. "Si concretizza nella comunicazione e collaborazione che ha come fine uno scopo aziendale e richiede una piattaforma in grado di offrire contenuti per la discussione e l'engagement che consenta di acquisire i risultati di tale discussione. Questa piattaforma è Alfresco Enterprise 3.4, offerta come open source con standard aperti quali le API CMIS, JSR-168 e RESTful, per consentire a sviluppatori, clienti e partner di gestire contenuti ed esporre funzionalità di repository all'interno dei sistemi di social business".

Le nuove funzionalità del prodotto per la release Alfresco Enterprise 3.4 includono:

  • Miglioramenti all'interfaccia utente per conferire un aspetto più sociale alla gestione di documenti - L'interfaccia aggiornata Share di Alfresco per la collaborazione e la gestione di documenti include ora aggiornamenti dello stato (analoghi a Facebook e Twitter), flussi delle attività dei contenuti e funzioni di ricerca avanzate per trovare più facilmente i contenuti.
  • Azioni basate su cartelle per un workflow semplice, unitamente a workflow avanzati (tramite jBPM) - Gli utenti aziendali posso impostare semplici workflow dei documenti, come approvazioni o trasformazioni dei contenuti, all'interno dell'interfaccia Share. Per un workflow affidabile, Alfresco Share ora consente di esporre i workflow creati con strumenti di gestione dei processi business aziendali basati sugli standard.
  • Replica di contenuti distribuiti - Il supporto nativo per la riproduzione di contenuti consente alle organizzazioni di avviare repository per i contenuti federati. I documenti più importanti possono ora essere replicati per supportare grandi aziende distribuite geograficamente, riducendo i tempi di accesso ed eliminando i punti di errore e la dipendenza da un singolo sistema.
  • Creazione collaborativa di contenuti Web - Alfresco Web Quick Start è un set di modelli out-of-the-box per la creazione di siti Web ricchi di contenuti basati su Alfresco Share. Quick Start combina le potenzialità di Alfresco Share per la collaborazione fra team su Web con potenti servizi per il controllo dei processi e la pubblicazione di contenuti, come la pubblicazione office-to-web.
  • Integrazione con portali aziendali e social software – Alfresco include un portlet DocLib per migliorare il supporto di JSR-168, che espone una libreria di documenti in portali basati sugli standard come Liferay o JBoss Portal di Red Hat. Tramite CMIS Alfresco continua inoltre l'integrazione con Drupal, Lotus Quickr e un insieme di sistemi di social business in espansione.

La piattaforma di social content management Alfresco Enterprise 3.4 è già disponibile per il download. Sono inoltre disponibili ulteriori risorse sull'approccio, la visione e la strategia di Alfresco.

*Gartner “Magic Quadrant for Enterprise Content Management” a cura di Toby Bell, Karen M. Shegda, Mark R. Gilbert, Kenneth Chin, 16 novembre 2010