Vai al contenuto principale

Storia cliente - Langley Research Center NASA

Home >> Customers Stories >> NASA Langley Research Center

Langley Research Center NASA è il più antico centro NASA specializzato in aeronautica, aeroacustica e testing strutturale nonché in servizi di ricerca per i reparti NASA.

La sfida

Il Langley Research Center NASA conduce centinaia di test ogni anno progettati per incrementare la sicurezza e l'efficienza di aeromobili e veicoli spaziali. Questi test, eseguiti da diversi team di ingegneri, ricercatori, tecnici, dirigenti e clienti, sono fortemente collaborativi, in quanto le squadre devono essere in grado di condividere idee e visualizzare la reciproca documentazione dei test.

La NASA ha costruito un proprio portale collaborativo, aeroCOMPASS, che ha permesso a Langley di creare siti dei singoli team per condividere e commentare i documenti, le note e altri file di ricerca. Ma dopo 10 anni di utilizzo, il software di aeroCOMPASS è diventato obsoleto e non riesce più a soddisfare le rigorose linee guida della sicurezza NASA.

Con oltre 800 siti in uso, la NASA ha avuto il bisogno di trasformare aeroCOMPASS in un nuovo ambiente di collaborazione e di gestione dei documenti con un aspetto simile, ma utilizzando un'architettura moderna e più sicura.

La soluzione

Alfresco Share fornisce agli utenti NASA i siti di collaborazione di squadra a cui erano abituati in aeroCOMPASS, ma con ulteriori caratteristiche e sicurezza. Un dashboard personale consente agli utenti di visualizzare facilmente quali nuovi documenti, immagini o video sono stati aggiunti ai loro siti di progetto e su cosa stanno lavorando i singoli membri del team. All'interno di un sito del team, gli utenti possono creare e condividere elenchi di elementi e attività.

Il codice di software open source di Alfresco Share permette al dipartimento IT di NASA di personalizzare facilmente la piattaforma per soddisfare esigenze specifiche. E dal momento che l'interfaccia utente personalizzata ha un aspetto familiare per gli utenti finali, il processo di adozione della piattaforma è stato rapido e facile.

Alfresco Share si integra con il sistema di autenticazione NASA OpenSSO/ OpenAM e gli utenti possono sfruttare la tecnologia single sign-on per accedere ai siti di aeroCOMPASS di Alfresco Share. Gli utenti esterni a Langley NASA vengono invitati al sito del team utilizzando il sistema di gestione di account e autenticazione di NASA. Questo permette a Langley NASA di assicurarsi che gli utenti dispongano di autorizzazioni di protezione appropriate per accedere alle informazioni riservate.

Anche se Alfresco non viene utilizzato per gestire informazioni classificate, NASA utilizza comunque Alfresco per dati sensibili, ma non classificati (SBU). Per questi siti, i manager hanno la possibilità di personalizzare le pagine specifiche e includere un banner giallo con l'etichetta "SBU." Questo informa gli utenti che stanno visualizzando informazioni sensibili.

"La possibilità per gli amministratori di personalizzare a livello di sito è stata molto utile," ha detto Dave Cordner, il capo IT architect al Langley Research Center NASA. "Abbiamo utenti che sono membri di letteralmente centinaia di siti e vanno costantemente dall'uno all'altro. Questa personalizzazione riesce veramente a fargli capire e a ricordargli dove si trovano".

I risultati

Al momento, i repository Alfresco conservano 2.5 TB di informazioni nella propria library di documenti e oltre 400 utenti accedono alla piattaforma, una crescita del 20% per quanto riguarda l'adozione utente, dalla prima implementazione di due anni fa.

"Abbiamo utenti che utilizzano il sistema da ovunque compresi i ricercatori, gli ingegneri di Lockheed Martin e i ricercatori che vogliono costruire squadre," afferma Cordner. "Quando tornano al sistema, tutti i loro documenti e la loro ricerca sono lì che li aspettano".

Un altro grande vantaggio dell'utilizzo di Alfresco è la flessibilità e il modello di licensing della piattaforma opensource, che evitano agli amministratori di dover gestire i singoli utenti. Ciò consente di risparmiare tempo e assicura che gli utenti possano accedere al contenuto collaborativo ogni volta che ne hanno bisogno.

"Non dobbiamo gestire ogni utente, il che è fantastico," afferma Cordner. "E con l'aumentare del nostro ritmo di attività, possiamo facilmente mobilitare più utenti e aggiornare il nostro pacchetto di supporto".

NASA è in fase di aggiornamento ad Alfresco 4.2, che migliorerà le sue capacità di ricerca. In futuro, l'organizzazione spera di integrare la piattaforma Alfresco con tecnologie mobili per fornire migliori funzionalità remote e accesso su dispositivi mobili come iPad, iPhone e Tablet Android. L'ambiente single sign-on e il processo di autenticazione attuali di NASA impediscono agli utenti di sfruttare le funzionalità mobile di Alfresco.

"I nostri ingegneri e ricercatori si rivolgono ad Alfresco per il fattore 'team' e la facilità di collaborazione" afferma Cordner. "Tengono i propri file personali sul loro desktop e i documenti del team in Alfresco, il che semplifica le cose e permette a tutti di essere più produttivi".

"Abbiamo utenti che utilizzano il sistema da qualsiasi luogo, compresi i ricercatori, gli ingegneri di Lockheed Martin e i ricercatori che vogliono costruire squadre Quando tornano al sistema, tutti i loro documenti e la loro ricerca sono lì che li aspettano".


— David Cordner, IT Architect, Research Directorate